PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

06/08/17

IL RICONOSCIMENTO - Valerio Vestoso vince il "Comicron" 2017, con il corto satirico "Ratzinger vuole tornare"

PONTELANDOLFO (BN) - Per la prima volta il premio Comicron resta nella provincia sannita: Valerio Vestoso, giovane e talentuoso regista beneventano, si è aggiudicato la quarta edizione del festival internazionale del cortometraggio comico con ‘Ratzinger vuole tornare’, satira tagliente sui ripensamenti del Papa emerito e le prospettive di un ‘rilancio’ in Vaticano.
Vestoso era già entrato nella selezione 2015 del festival con ‘Tacco 12’ e sabato sera, accompagnato sul palco dall’attore protagonista del corto Riccardo Zinna, ha ricevuto il premio Comicron dal sindaco di Pontelandolfo Gianfranco Rinaldi.
“Sono contento che questo premio arrivi dalle mani di Ugo Gregoretti - ha spiegato dal palco Vestoso - che ha fatto dell'ironia una ragione di vita. Ho avuto la fortuna di incontrarlo per la prima volta una decina d'anni fa. Ho provato a rubargli sarcasmo e senso del ritmo. Due ingredienti fondamentali a raccontare una storia, evitando di prendersi troppo sul serio".

Pia Engleberth e Paolo Briguglia si sono aggiudicati rispettivamente i premi per migliore attrice e migliore attore: entrambi sono interpreti del corto di Alessandro Sampaoli ‘Al posto suo’, ritratto ovviamente in chiave comica dell’alta borghesia milanese. Tra le interpretazioni più recenti di Pia Engleberth vanno menzionate ‘Nemiche per la pelle’ di Luca Lucini di Max Croci e ‘Anni felici’ di Daniele Luchetti; mentre uscirà prossimamente ‘Arizona’, per la regia di Michele Cassiani. Paolo Briguglia invece, dopo Basilicata coast to coast’ di Rocco Papaleo e ‘La felicità è un sistema complesso’ , sta lavorando a una serie Rai sulla sfida tra mafia e magistratura dopo la cattura di Riina.
Il direttore artistico del festival Ugo Gregoretti e la conduttrice Rosaria De Cicco il 4 e 5 agosto hanno accompagnato il pubblico alla scoperta dei 12 corti finalisti. Durante la serata d’esordio il Premio 'Gregoretti', riconoscimento assegnato a personalità di spicco del mondo della cultura, è andato a Milena Vukotic. La grande attrice ha parlato degli esordi della sua lunga carriera, a cinema come a teatro; ha riservato un omaggio alla figura di Paolo Villaggio, scomparso di recente, tratteggiando un personaggio arguto e imprevedibile. Infine, ha chiuso la serata con un magnetico saggio sull’applauso.
La serata finale, invece, è stata arricchita dalla performance di Ernesto Lama, attore che ha voluto omaggiare il repertorio artistico del grande compositore e poeta partenopeo Raffaele Viviani. Lama è stato anche protagonista, insieme a Michelangelo Fetto - della Solot-compagnia stabile di Benevento - del doppiaggio di Chit chatter, corto di animazione belga di Aagie Van Damme.
“Il festival continua a crescere - ha dichiarato il sindaco di Pontelandolfo Gianfranco Rinaldi a margine dell'evento - l'amministrazione comunale e la Pro loco di Pontelandolfo continueranno a lavorare per dare maggiore respiro a una manifestazione che ha saputo raccogliere anche per l'edizione 2017 un'ampia cornice di pubblico. Per il 2018 abbiamo intenzione di potenziare il Comicron e far ruotare intorno alla due serate finali nuove e inedite iniziative collaterali”.

02/08/17

L'EVENTO - Città Spettacolo e "A Sud di nessun Nord", sette giorni di spettacoli per dieci eventi ogni sera. Debutto con "Lampedusa" e il dramma dei migranti

di Maria Ricca
Sarà “Lampedusa”, alle 22 di venerdì 25 agosto, all’Hortus Conclusus, ad aprire  la trentottesima edizione di “Benevento Città Spettacolo”. In scena gli attori Fabio Troiano e Deniz Ozdogan, protagonisti della pièce di Anders Lustgarten, su  traduzione di Elena Battista,  scene e costumi Alvisi + Kirimoto,  adattamento e regia Gianpiero Borgia. Un testo inglese forte , praticamente in prima nazionale, poiché messo in scena solo al “Mittelfest” del Friuli, che sarà in stagione il prossimo anno all’Eliseo di Roma, per testimoniare l’attenzione del mondo della cultura al dramma dei migranti.
Lo spettacolo, con gli altri eventi, è stato illustrato dal direttore artistico Renato Giordano, con il Sindaco Mastella, l’assessore comunale alla cultura Oberdan Picucci, l’assessore alle attività produttive Ambrosone, nell’ambito della conferenza stampa di presentazione delle rassegne congiunte "Benevento Città Spettacolo", trentottesima edizione,  e  "A Sud Di Nessun Nord", in scena dal 25 al 31 agosto in città.
Sette giorni di spettacoli, dieci eventi ogni sera.
Fra i più rilevanti,  giorno dopo giorno, da segnalare, sempre venerdì  25 agosto, in Piazza Castello, la presenza di un nome di grande appeal per il mondo giovanile, quello di “Clementino”, in concerto alle 23.
Sabato 26 agosto, in Piazza Roma, alle 21,30, va in scena “Romeo e Giulietta”, adattamento di Sabatino Barbato, coreografie di Saveria Cotroneo. Musiche eseguite dall’Orchestra Conservatorio Nicola Sala, regia di Renato Giordano.
In serata. Alle 23, in Piazza Castello, il cantautore Fabrizio Moro in concerto.
Domenica 27 agosto, alle 23, in Piazza Castello, per “A Sud di Nessun Nord”, la  Tammurriata Ritmo Pranza d’O Lione - Carlo Faiello pietrArsa - Orchestra Tammorre e Putipù a cura di Mimmo Maglionico con Peppe Barra.
Lunedì 28 agosto, alle 21, sempre all’Hortus Conclusus, Debora Caprioglio presenta “D’Incanto”, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, vestendo i panni della domestica di Maria Callas.
Poi notte di grande spiritualità, nelle Chiese del Centro Storico, dalle ore 24:00, la “Notte Sacra”, da un'idea di Renato Giordano , musiche ed incontri con la spiritualità, su letture a cura di Roberto Nigro.
Martedì 29 agosto, all’Hortus Conclusus, alle 21, omaggio al grande comico, con  “Caro Totò, veniamo con questa mia addirvi...”, in scena con Dodo Gagliarde.
Mercoledì 30 agosto, torna Piazze d’Autore, in Piazza Federico Torre, alle 20, con lo scrittore  Maurizio de Giovanni e le sue “Rondini d’inverno”. Modera Andrea Covotta, interviene Giuseppe Bellassai.
In Piazza Castello , alle ore 22.30, l’atteso appuntamento con la tradizione della musica partenopea, Renzo Arbore e Orchestra Italiana in concerto.
Infine, giovedì 31 agosto, al Corso Garibaldi, torna alle ore 20:30, Cena in Bianco “Unconventional dinner”.
Il programma completo della rassegna, qui di seguito.

01/08/17

GUARDIA S. (BN) - Vinalia, dal 4 al 10 agosto, l'edizione n. 24: convegni, mostre, show cooking e wine tasting



L'EVENTO - Venerdì 4 agosto prossimo si inaugura la XXIV edizione di Vinalia, rassegna enogastronomica promossa dal Circolo Viticoltori e organizzata dal Comitato Vinalia, in programma a Guardia Sanframondi (Benevento) fino al 10 agosto.
Questa tornata 2017 ha avuto un prologo importante con un Rating sulla Falanghina 2015, tenutosi a “La Guardiense” nel giugno scorso, con una giuria di esperti chiamata a esprimere un giudizio qualificato sui vini ritenuti più indicativi del panorama vitivinicolo del territorio.
Per quest’anno il tema di Vinalia sarà “Custodi di Identità”, argomento idoneo a continuare l’esperienza di “Custodire un dono” e rinnovare l’impegno a preservare il bene comune territorio dai ripetuti attacchi di cui è oggetto anche come prerequisito della produzione e, quindi, utile ad attribuire un’intrinseca valenza ecologica a forme di agricoltura votate a produrre eccellenze.
Ancora un segnale forte, dunque, per l’appuntamento guardiese a difesa dell’ambiente sia per quanto concerne l’urgenza dell’intervento, sia per l’azione di salvaguardia da intraprendere. In quest’ottica si muove anche il convegno in programma nella serata d’inaugurazione su “Il paesaggio come risorsa. La frammentazione territoriale delle infrastrutture lineari e la mitigazione degli impatti: il caso del raddoppio ferroviario Napoli – Bari”.
Inoltre, rientrano nel fitto cartellone di Vinalia 2017: l’imperdibile Percorso del Gusto, proposto negli angoli del centro storico dove si possono assaggiare vini di numerose cantine del territorioe anche salumi, formaggi e tanta gastronomia. Ma c’è dell’altro. Ancora serate al castello che fu dei Sanframondo con gli show cooking ad alto tasso di godibilità degli chef, nell’ordine: Dino Masella, Dino Martino, Emilio Pompeo & Nino Cannavale, Biagio Federico e dei ristoranti: Dionisio, Boda de Ciondro e Locanda della Luna. Non mancherà il Wine tasting (solo nei giorni 5, 6 e 7) ospitato nella splendida cornice di Palazzo Marotta-Romano) e nemmeno le Degustazioni professionali in collaborazione con la Camera di Commercio di Benevento e curate dal Consorzio Sannio Dop.
Il prof. Giuseppe Leone sarà ancora una volta il direttore artistico di Vinarte, con mostre allestite nel Borgo Artisti di Strada Filippo Maria Guidi, capaci di creare un viaggio estemporaneo per il visitatore sul tema “Le stagioni dell’Arte”.
Altra novità di questa edizione di Vinalia sarà “Degu-Stazioni itineranti con il trenino dei sapori”. L’iniziativa è rivolta a quanti decideranno di trascorrere un’intera giornata a Guardia Sanframondi e scoprire le sue bellezze a bordo di un trenino. Due le partenze: la mattina (ore 10,30) e il pomeriggio (ore 17,30), in abbinamento a un pacchetto che prevede anche il pranzo.
Per Vinalia Kids, il percorso sensoriale dedicato ai bambini, fari puntati sull’ape Maia e sul microcosmo magico di questi insetti laboriosi che contribuiscono al benessere del nostro pianeta nel ruolo di sentinelle ambientali.
E ancora: la Cucina Vinalia con piatti semplici e memorabili, le Torte contorte, l’Osteria Enoica, il lounge bar “Calici con vista” (nel terrazzo-giardino del castello) e Cibi di strada.
Completano il cartellone gli appuntamenti con il Vinalia live fest, due momenti serali proposti in Piazza Fabio Golino e Piazza Mercato, messi su con la partecipazione di ben quattordici gruppi.
Per maggiori informazioni visitare il sito www.vinalia.it; mentre, per le prenotazioni chiamare il 347 8910774 (per lo show cooking), il 348 8134129 (per le degustazioni professionali) e il 345 0457090(per le Degu-Stazioni).

BENEVENTO - "Comicron film Festival", stamattina al Museo del Sannio la presentazione ufficiale con Ugo Gregoretti

CINEMA - Sarà Milena Vukotic, il prossimo 4 agosto, a ricevere il premio "Ugo Gregoretti_Landolfo d'oro alla carriera"-, nell'ambito della quarta edizione del "Comicron", il festival di corti, diretto dal regista romano
Stamattina, nella sala Vergineo del Museo del Sannio, la presentazione ufficiale. Ecco i 12 cortometraggi finalisti, che saranno proiettati sul grande schermo di piazza Roma, a Pontelandolfo, il 4 e 5 agosto:- "Al posto suo", di Alessandro Sampaoli, Italia; -  "Chit-chatter", di Aagje Van Damme, Belgio; - "Conosce qualcuno?", di Daniel
Milena Vukotic
Bondì, Italia; 
- "El nieto", di Carles Ledesma, Spagna; - "Fantasia", di Teemu Nikki, Finlandia; - "Giustizia fai da te", di Antonio Losito, Italia; - "La barba", di Alfredo Mazzara, Italia; - "La condanna dell’essere", di Adriano Morelli, Italia; - "La partita", di Frank Jerky, Italia; - "Mattia sa volare", di Alessandro Porzio, Italia; - "Ratzinger vuole tornare", di Valerio Vestoso, Italia; - "Silver lining", di Dave Bobb, Stati Uniti d’America- 
L a manifestazione nasce da un'idea sicuramente vincente, che costituisce promozione per l'intero Sannio, come hanno ricordato sia Gregoretti che Gianfranco Rinaldi, sindaco di Pontelandolfo. 

31/07/17

BENEVENTO - "Teatro...Vagando", dal 3 al 30 agosto, "Oltre i Confini", fra Chianche e Petruro Irpino

Direzione artistica di Massimo D'Agostino, per la rassegna "Teatro...Vagando", "Oltre i Confini", edizione 2017 anche i comuni di Chianche e Petruro Irpino. Una formula itinerante gradita dal pubblico e resa possibile grazie alla disponibilità e la fattiva collaborazione delle amministrazioni comunali ed operatori economici locali. "Dover scegliere ogni anno tra tante piazze disponibili è la prova concreta che la nostra proposta culturale ha centrato l’obiettivo che ci eravamo prefissato fin dalla prima edizione, ossia portare il teatro “a domicilio” - dice l'organizzazione - dando la possibilità a tutti di poter assistere a performance artistiche di buon livello e contribuire a diffondere la passione per il teatro, oltre ad arricchire il cartellone delle manifestazioni delle diverse comunità." Anche per questa edizione sono cinque le serate in calendario.  Sarà la cantina Macchialupa di San Pietro Irpino ad ospitare il 21 agosto la "Serata d’onore", con il riconoscimento del “Premio TeatroVagando” a Marco Simeoli,apprezzato attore, regista ed autore teatrale. 
"Dopo Maurizio Casagrande (2015) e Gino Rivieccio (2016)  quest’anno la presenza di Marco Simeoli arricchirà ulteriormente la nostra rassegna sia dal punto di vista artistico e mediatico, vista la bravura e la notorietà del personaggio"

BENEVENTO - L’ "Optimus Princeps" Traiano: il 9 agosto, l'omaggio dell'Unifortunato a 1900 anni dalla morte

Nell’ambito del Progetto di ricerca e terza missione “L’Optimus Princeps: diritto, religione e amministrazione all’ombra dell’Arco di Traiano”, l’Università Giustino Fortunato organizza alle ore 20.30, in piazza Castello – Statua di Traiano, una manifestazione per ricordare il grande imperatore. Il programma prevede in apertura i saluti istituzionali.La serata sarà introdotta dal prof. Paolo Palumbo – Delegato del Rettore per le attività di Terza Missione dell’Unifortunato.Seguiranno la Commemorazione del 1900° anniversario della morte di Traiano con brani tratti dal “Panegirico” di Plinio il Giovane a cura dell’associazione Verehia, l’omaggio a Traiano e la visita notturna all’Arco di Traiano, monumento simbolo della città.Info: www.unifortunato.eu

BENEVENTO - "JazzArt Festival" a Paduli, presentazione a Palazzo Paolo V, il 4 agosto

MUSICA - Venerdì 4 agosto 2017, alle ore 11, nell’Auditorium Santa Caterina, presso il Palazzo Paolo V di Benevento, si terrà una conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di “JazzArt Festival” e sarà illustrato nei dettagli il programma completo della manifestazione. La kermesse artistica si svolgerà a Paduli nei giorni 9, 18 e 26 agosto. Coinvolti per l’occasione più di 50 artisti tra musicisti, pittori e modelle. Lo scenario sarà quello di una location d’eccezione: le stanze e il Cortile del Palazzo Ducale, i Giardini Interni e la Villa Comunale, dove gli artisti metteranno in scena uno spettacolo fatto di Concerti, Mostre, Performance e Video. Un cocktail di espressioni artistiche che rappresenterà per il pubblico il veicolo per vivere magicamente l’arte nella sua essenza. L’edizione del 2017, promossa dal Comune di Paduli e dall’associazione culturale “Arti Frementi”, gode della direzione artistica del Maestro Umberto Aucone e sarà caratterizzata da un’innovativa contaminazione tra generi, dalla musica jazz alla fotografia, all’arte, oltre naturalmente ai concerti con affermati artisti del panorama jazzistico nazionale ed internazionale. La manifestazione si avvale della partnership dell’Unpli, della Pro loco padulese, della Provincia di Benevento, di Slow Food Benevento, del CNA, dell’associazione Futuridea, della Cooperativa Ideas. Interverranno alla conferenza stampa: il sindaco Domenico Vessichelli; il direttore artistico Umberto Aucone; il curatore della mostra “Radicazioni ed erranze” Gaetano Cantone; il musicista Alfredo Verga; il musicista Alessandro Tedesco;il musicista Gianluca Bufis; la curatrice dei concorsi di pittura Annalisa Ciriello; il curatore mostra fotografica “Memoria storica collettiva” Pasquale Palmieri; il presidente Associazione “L’Arco di Porta Columbro” Simone Inserra; la coreografa “Accademia Beneventana Danza” Sara Puzio; la pittrice Elisabetta Martignetti. Alla conferenza stampa seguirà una performance artistica tra musicisti e pittori con la degustazione di prodotti tipici di alcune aziende agricole del nostro territorio presenti nel festival. Siete tutti invitati a partecipare a questo momento che rappresenta l’essenza del JazzArt Festival 2017.

30/07/17

31 LUGLIO - “Le poesie di amore e di terra” di Franco Arminio, alla Terrazza Marzani di S. Giorgio del Sannio

INCONTRI - “Le poesie di amore e di terra”,  di Franco Arminio saranno protagoniste, domani, 31 luglio, dalle 18,30 alle 21,30, dell’incontro promosso alla Terrazza Letteraria Marzani, di San Giorgio del Sannio. Il poeta e "paesologo" sarà presentato dalla giornalista Elide Apice. Interverrà la fisarmonicista Eduarda Iscaro. Saluti del sindaco Pepe e del Presidente di Campania Europa Mediterraneo Enzo Parziale.
Franco Arminio, "uno dei poeti più importanti del nostro Paese", secondo lo scrittore Roberto Saviano,  è nato e vive a Bisaccia, centro dell'Irpinia orientale in provincia di Avellino. Collabora con diverse testate locali e nazionali come "Il Manifesto", "Il Mattino" di Napoli, "Ottopagine", "Corriere del Mezzogiorno", ed è animatore del blog "Comunità Provvisoria". "Paesologo", come si diceva, Arminio racconta i piccoli paesi d'Italia, e ha realizzato anche vari documentari.

"Cedi la strada agli alberi" è un’esortazione rivolta agli uomini e alle donne di oggi, che hanno dimenticato chi sono, qual è il loro posto nel mondo, quale funzione devono svolgere nel luogo in cui si trovano, il luogo che, come scrive Martin Buber "è stato loro affidato".  Si riabilita così la funzione stessa della poesia, che da sempre, fin dai tempi più remoti,  scruta la condizione umana, dà a quella un senso, anche là dove qualsiasi senso sembra perduto: “Abbiamo bisogno di contadini,/ di poeti, di gente che sa fare il pane,/ che ama gli alberi e riconosce il vento” scrive Arminio in uno dei suoi testi più riusciti.  Il poeta sa che prima di morire tutti hanno diritto "a un attimo di bene", ma che il bene va conquistato "anche a rischio di annegare".

29/07/17

PIETRELCINA - Paolo Fresu ed Uri Caine aprono domani la kermesse del "doppio festival" jazz, fra musica ed innovazione

Paolo Fresu
MUSICA - Paolo Fresu ed Uri Caine apriranno domani, domenica 30 luglio, in Pietrelcina, il “doppio festival”, nato dalla fusione dello storico “Jazz sotto le stelle. Pietrelcina Festival”, giunto alla XIII edizione, e a “Jazz’Inn: interferenze territoriali tra jazz e innovazione”, quest’anno alla sua prima edizione.Un inedito esperimento di contaminazione tra jazz e innovazione che promette di trasformare la cittadina in un piccolo hub sul futuro Cinque  serate di grandissimo jazz vedranno l’esibizione, inoltre, di Dado Moroni, Max Ionata e Stefano di Battista.    I due artisti proporranno il  nuovo progetto “TwoMinuettos”. Il trombettista ed il pianista sono da molti anni ormai due tra le più autorevoli personalità del jazz mondiale per cui la loro presenza è motivo di grande orgoglio per Pietrelcina. Durante il concerto lo Chef Emilio Pompeo, ispirato dalla musica del celebre duo, preparerà alcune prelibatezze che saranno da lui declamate al pubblico al termine del concerto e quindi degustate. Insomma, una serata che esalterà i cinque sensi.
Nella stessa serata a partire dalle ore 21,00 sarà possibile visitare “Somewhere over the raimbow”, mostra di pittura di Lucido Gubitosi.
Si prosegue il 31 luglio alle ore 22,00 presso la Piazzetta del Pozzo di S. Pio al Pantaniello con  Twofor Stevie, il progetto con il quale due artisti come Dado Moroni al pianoforte e Max Ionata al sax tenore rileggono la musica del grande Stevie Wonder.
In programma il primo agosto alle ore 22,00 presso il piazzale antistante la Chiesa dei Frati Cappuccini il concerto di Stefano Di Battista al sax soprano &contralto incontra insieme ai DEA Trio, ovvero i giovani e talentuosi Andrea Rea al pianoforte, Daniele Sorrentino al contrabbasso ed Elio Coppola alla batteria.
Il 2 agosto alle ore 22,00 presso la Cavea del Parco Colesanti la pianista Armanda Desidery propone il suo ultimo progetto La stanza dei colori insieme ai bravissimi Guido Russo al basso elettrico e Marco Fazzari alla batteria.
Il festival si conclude il 3 agosto presso Largo Giovanni d’Aquino dove l’Associazione Il Giardino dei Sogni, organizza alle ore 21,00 un apericena a pagamento il cui incasso sarà devoluto per la realizzazione di interventi nel sociale. Alle ore 22,00, con ingresso libero, si esibisce il duo A Bassa Voce, composto da Claudia Valtinoni alla voce e Toni Moretti al basso elettrico e loop station, accompagnato da un prestigioso String Quartet composto da alcuni dei migliori musicisti delle orchestre da camere venete.
 Quanto a “Jazz’Inn”, promossa dalla Fondazione Ampioraggio, aprirà nuovi scenari dalla rivoluzione digitale nella pubblica amministrazione e nell’organizzazione del lavoro, con alcuni tra i più significativi protagonisti della scena dell’innovazione nazionale e internazionale. I bar del paese si trasformeranno in meeting rooms per aperitivi di business, nei quali aziende come TIM, Italdata, Citel Group, Kelyon, Banca del Sud, Banca Sella e diverse altre incontreranno aziende e startuppers per cercare soluzioni innovative da portare sul mercato e finanziare. Nel corso della tre giorni saranno presentati insieme agli autori i volumi ”Smart Spending” di Ivo Allegro e Roberto Formato e “Soft Revolution” di Filomena Tucci per discutere su come l’innovazione possa rappresentare un volano di sviluppo non solo economico per il Paese.

BENEVENTO - "I Concerti della Bottega", ieri notte di cultura ed arte a oltranza. E stasera danza contemporanea e musica d'autore

Il duo Belem: Didier Laloy e Kathy Adam.
MUSICA E OLTRE - Una notte di cultura e arte a oltranza, sarà ricordata così la terza sera de I Concerti della Bottega. Una notte che ha visto protagonista il pubblico, chiamato ad esprimersi, a confrontarsi con diverse forme d’arte. E’ la notte di resistenza barattaria, a cura di Art’Empori e GASB , con Alessio Masone.
L’idea è lo scambio, il baratto, con arte, con una performance, con un banchetto di prodotti artigianali, una forma di condivisione e fruizione delle esperienze altrui. Poesia, arti marziali, libri e tante cose buone da mangiare, insieme. Fino a notte fonda.
Ma la serata si è aperta con gli ospiti di Melania Petriello, il suo salotto-giardino ha ospitato il Duo Sebastian, Les Garçons de Belleville, Alessio Masone e Carla Borrelli impeccabile padrona di casa de I Concerti della Bottega.
Spazio alla musica, il violino, delicato, struggente, romantico risuona nei giardini del chiostro di San Francesco, è Sebastian Zagame, 17enne romano, musicista da sempre. A soli tre anni viene avviato allo studio del violino, a cinque è il più giovane della Juniorchestra dell’Accademia di Santa Cecilia. Oggi è un ragazzo che annovera già partecipazioni importantissime nei più grandi teatri e manifestazioni. Il merito di tanto successo è anche di una donna speciale, sua madre Mariagrazia Zagame, pianista straordinaria. Il Duo Sebastian, inseparabile nella vita e nell’arte, ha regalato al pubblico momenti di musica di altissimo spessore con le composizioni di Beethoven, Mozart,e Brahms.
Cambio di scena, ci si sposta nel Chiostro accanto ai giardini, è il momento del quartetto Les Garçons de Belleville. Andrea Antonilli, chitarra solista, Matteo Iannaccio, violino, Emanuele Valente, Contrabasso, Federico Manuppella chitarra ritmica. Sono loro a dettare il ritmo della serata con “Gipsy, Swing and 30’s melodies”.  Un repertorio che spazia dalla musica di Django Reinhardt  alla canzone anni 30’ americana di George Gershwin. Strepitosi.
A circondare la musica ci sono poi le opere d’arte esposte fino a questa sera.
In sintonia con il genere musicale raffinato de Les Garçons de Belleville, c’è una esposizione particolarissima di Carmine Luino. Il  titolo è Jazz Icons, una raccolta di disegni mescolati a frasi, parole, immagini di strumenti musicali, dettagli di mani, scarpe divenute icone di un personaggio, una fusione apparentemente casuale di parole e colori che disegnano la silhouette dei grandi musicisti jazz.
Ancora nella tipologia disegno, l’esposizione di Ferdinando Silvestri, per la scultura il Maestro Mariano Goglia, le opere pittoriche di Maria Amalia Cangiano “Spiralis” e le profondità pittoriche di Alfredo Troise.
Stasera alle 19.30 “Re:Moving in a metric space” performance di danza contemporanea con Donatella Morrone.

Alle 21.00 Belem in concerto, con  Didier Laloy e Kathy Adam.

27/07/17

1° AGOSTO - "Comicron", il festival diretto da Ugo Gregoretti: presentazione al Museo del Sannio

CINEMA - Appuntamento alle 10 di martedì 1° agosto, per apprendere tutto sul "Comicron", il festival internazionale del cortometraggio comico,  diretto da Ugo Gregoretti, in programma a Pontelandolfo il 4 e 5 agosto 2017. Ad ospitare la conferenza stampa di presentazione sarà la Sala Vergineo del Museo del Sannio, a Benevento.
Verranno svelati i  nomi dei 12 finalisti della quarta edizione - che quest'anno ha fatto registrare la candidatura di 96 corti da 17 Paesi diversi - e verrà illustrato nei dettagli il cartellone delle due serate, curato dalla Pro loco di Pontelandolfo, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Pontelandolfo e il Centro studi Ugo Gregoretti. 

Come in occasione della terza edizione, il 4 agosto all'interno della programmazione del Comicron sarà conferito il premio 'Ugo Gregoretti-Landolfo d'oro', storico riconoscimento dedicato a personaggi di primo piano del mondo della cultura, quest'anno assegnato all'attrice Milena Vukotić , interprete di grande spessore che ha lavorato con i maestri del cinema internazionale, da Fellini a Scola, da Monicelli a Buñuel a Tarkovskij.
Al tavolo dei relatori, martedì 1° agosto, siederanno l'ideatore del festival Ugo Gregoretti, il sindaco di Pontelandolfo Gianfranco Rinaldi, la conduttrice del festival Rosaria De Cicco e la Pro loco di Pontelandolfo.

GUARDIA S. (BN) - “De Sanguine – la fotografia e l’essenza profonda del rito” , presentazione del volume di Antonio Volpone





29 LUGLIO - Alle 18.30 presso la Chiesa dell’Annunciata-Ave Gratia Plena di Guardia Sanframondi sarà presentato “De Sanguine – la fotografia e l’essenza profonda del rito” il nuovo libro di Antonio VolponeDopo i saluti istituzionali di Floriano Panza -  Sindaco Comune di Guardia Sanframondi, Maria Scarinzi - Ideas Edizioni e Francesco Maria Toro - Galleria Toro Arte Contemporanea, la parola passerà a Enzo Carli – Sociologo, Giuseppe Leone – Artista, Antonio Volpone – Autore. Arbitro della serata sarà Sandro Tacinelli nella sua duplice veste di giornalista e Guardiese.  La serata sarà chiusa dalla presentazione del video “De Sanguine” un ensemble delle fotografie di Antonio Volpone per la regia di Pasquale Palmieri e le musiche di Umberto Aucone.  
Il libro prosegue nella direzione intrapresa con la fortunata serie “Ibidem - astrazioni necessarie” alla volta di una nuova stimolante ricerca sulle origini di un rito. Un’indagine di antropologia visiva dove la realtà raffigurata è qualcosa in cui calarsi dall'interno, fino allo sfinimento e all'epifania della grazia. Come per la mostra organizzata in occasione dei Riti Settennali di Penitenza in occasione dell’Assunta del 2010 gli scatti presenti in questo libro sono una testimonianza del non-visibile e dell’anonimato scelto dai Battenti nel compiere la loro professione di fede. Le foto presenti nel libro sembrano ricalcare una ricerca propria di un antropologo che, essendosi calato a pieno nell’analisi di ciò che avviene ogni sette anni, ha scelto di rappresentare quell'anonimato espresso dai bianchi cappucci. Da osservatore partecipante Antonio Volpone ha scelto di non spingersi oltre, non raccontare l’indicibile calandosi, così, nei panni di tutti coloro, guardiesi e non, che vengono in questo paese per compiere il loro personale dialogo con l’Assunta.Il libro è arricchito dal saggio di Enzo Carli, Sociologo, Helga Sanità, Docente di Antropologia del patrimonio dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli e Giuseppe Leone, Artista. In particolare con Giuseppe Leone è nato un notevole lavoro a quattro mani che ha permesso, grazie all'incontro tra i due artisti, di fondere arte e fotografia. Di notevole spessore gli interventi pittorici che Leone ha effettuato sulle opere di Volpone e che oltre ad essere presenti nel libro saranno esposti a partire dal 21 Agosto quando Guardia Sanframondi inaugurerà la mostra dei due artisti.

MUSICA - "Stregati dal Folk", seconda edizione, sabato 29 luglio, in Villa Comunale

BENEVENTO - "Stregati dal Folk". Giunge alla seconda edizione, sabato prossimo, 29 luglio, nella Villa Comunale di Benevento, la manifestazione organizzata dalla Proloco Samnium di Benevento, retta da Giuseppe Petito e dall’UNPLI provinciale. L’evento è collegato con il Festival Folk di Pontelandolfo dell’ASD Ri Ualanegli.
Una iniziativa dedicata alla musica popolare e alle sue contaminazioni, con molteplici influenze di stili e generi. Saranno tre i gruppi nazionali ed internazionali che giungeranno nel capoluogo sannita per esibirsi:  il Gruppo Folcloristico Urbanitas, di Apiro(Macerata);  il Gruppo di danza popolare Jeka, dalla Serbia; il Gruppo Przgoda, dalla Polonia. Il programma prevede la sfilata dei gruppi per il corso Garibaldi, con partenza da piazza Orsini alle 18.30 ed arrivo in Villa Comunale. Alle 21.00 inizierà l’esibizione dei 110 partecipanti nella Cassa Armonica del polmone verde della città.

26/07/17

TEATRO E LETTERATURA - "Brividi d'Estate" all'Orto Botanico con l'Antologia di Spoon River e "La Medea di Porta Medina"

Paolo Cresta e Carlo Lomanto
NAPOLI - Proseguono gli appuntamenti di teatro e letteratura nell'affascinante cornice del Real Orto Botanico di Napoli, che continua ad essere il 'palcoscenico' naturale per la rassegna Brividi d’Estate 2017, un’idea di Annamaria Russo, sostenuta dalla sensibilità e la collaborazione dell’Università Federico II di Napoli, che gestisce il parco, e con il patrocinio del Comune di Napoli.
Saranno tre appuntamenti per la quinta settimana di programmazione della rassegna, da mercoledì26 a lunedì 31 luglio 2017, con due spettacoli in scena, di cui un debutto in prima assoluta, e il terzo appuntamento con il nuovo format de La Cena con Delitto, che continueranno a regalare brividi, fascino e grandi emozioni.
La programmazione proporrà, mercoledì 26 e giovedì 27 luglio Antologia di Spoon Riverdi Edgar Lee Masters, con Paolo Cresta e Carlo Lomanto, per la regia di Paolo Cresta. Spoon River è un villaggio divenuto piccola opera d’arte visiva. Uomini e donne che furono, raccontano le loro vite, i sogni, le  peregrinazioni, gli istinti,  i  rimpianti, le sconfitte, attraverso epitaffi su fredde lapidi.
Venerdì 28 luglio, l’appuntamento sarà con il terzo appuntamentodel nuovo format de La Cena con Delitto, che si rinnova, l’interazione cresce, il mistero s'infittisce.In un teatro di fine ottocento, durante lo spettacolo, avviene un omicidio.Qualcuno sarà ucciso proprio mentre il pubblico presente è seduto in platea.
La quinta settimana di programmazione si chiuderà sabato 29 luglio (repliche fino a lunedì 31), con il debutto, in prima assoluta, deLa Medea di PortamedinadiFrancesco Mastriani, con Rosaria De Cicco, Marianita Carfora, Giuseppe Gavazzi, Peppe Romano, Alfredo Mundo, Gennaro Monti, Sonia De Rosa, Paolo Rivera, drammaturgia e regia di Annamaria Russo.
19 maggio 1793, Coletta Esposito, una giovane popolana di via Portamedina, uccide la figlia di pochi mesi e getta il corpicino esanime sul sagrato della chiesa, dove si stanno celebrando le nozze dell’uomo che aveva promesso di  sposare  lei e non quella donna vestita di bianco che stringe sottobraccio.

La donna, poco più di vent’anni, assurge agli onori della cronaca. Il suo delitto terribile richiama alla tragedia greca, ela popolana dal nome oscuro viene ribattezzata la Medea di Portamedina.

25/07/17

MUSICA - La "Lauda InCantata" di Amerigo e Marcello Ciervo, vent'anni dopo, il 3 agosto, nel Cortile dell'Assunta

GUARDIA SANFRAMONDI (BN) - Tornerà il 3 agosto, la "Lauda InCantata", di Amerigo e Marcello Ciervo, su testi di Turoldo, Isaia, Platone, Agostino, Santucci e  musiche di  J.S. Bach, Casimiri, Amerigo&Marcello Ciervo, Corrado Ciervo&Luigi De Cicco, Roberto De Simone, gregoriano, Lennon-McCartney. Ad ospitarla, il Cortile del convento dell’Assunta, in Guardia Sanframondi, alle 21,15. la Parrocchia di Santa Maria Assunta e san Filippo Neri, per iniziativa del  Centro Studi Sociali “Bachelet”. "Riproviamo a cantare la lauda vent’anni dopo - dicono i Ciervo -  Il tre agosto, esattamente dopo vent’anni, ripresentiamo, nel cortile dell’oratorio adiacente al santuario dell’Assunta di Guardia Sanframondi, la nostra Lauda inCantata, l’azione scenica che mons. Mario Paciello ci commissionò per gli “eventi alfonsiani” del 1997.
Tutto parte dal desiderio di “ispezionare” il profondo di un’anima, di ricostruire le tappe di un viaggio rituale alla ricerca di un’identità spirituale, di impaginare una sorta di “giornale dell’anima” da squadernare, con la volontà di mettersi in gioco e confrontarsi. Senza fraintendimenti e senza dimostrazioni d’impianto razionalistico. Un interrogarsi sulla fede, sul mistero, sul frastuono e sul silenzio, sul cielo e sulla terra, scandito attraverso i giorni che vanno dalla domenica delle Palme a Pasqua. E questa ricerca incessante vogliamo esprimerla attraverso la musica, la parola e una serie di piccoli ma intensi “segni rammemoranti”. Grazie a chi ci ha chiesto di riprendere questa nostra antica esperienza e a tutti nostri compagni di strada."
L'Azione scenica in dodici quadri, scritta nel 1997, sarà riproposta da  iMusicalia (Amerigo, Marcello, Corrado, Rosalidia, Giuliana, Carlo e Carmen CIERVO), con Michelangelo Fetto, Antonio Intorcia, Concetta Affannoso Amicolo, Carlotta Boccaccino. Interverrà il Coro della Cattedrale di Sessa Aurunca "Cappella Petrina Suessana", diretto da Lucrezia Langella. all'organo: Raffaello Vellucci. Ensemble strumentale dell’A.M.E.C. Giovanni Borriello, oboe; Franco Mauriello, clarinetto; Giorgio Cardiello, corno; Fabio Marone, fagotto; Francesca Giglio, violoncello). Tenore “Murales” di Orgosolo (Franco Corrias, sa voche; Antonio Musina, su bassu; Maurizio Bassu, sa contra, Cosimo Mureddu, sa mesu oghe)..Service luci e audio: Antonio Benedetto, grafica Federica Ferrara.Collaborazione alla messa in scena Andrea Massaro