PALCOSCENICO IN CAMPANIA.it

Spettacoli - Eventi Culturali - Recensioni - Interviste

INFO@PALCOSCENICOINCAMPANIA.IT

a cura di MARIA RICCA, giornalista*

PARLIAMO DI...

15/10/17

L'INCONTRO - Lo storico Mario Stranges all'Auser, per "La credulità popolare e le promesse elettorali"

Ancora una volta, giovedi scorso il Dr. Mario Stranges, socio dell'AUSER, ha tenuto desta l'attenzione dei numerosi presenti trattando una tematica di grandissimo interesse: "La credulità popolare e le promesse elettorali". In questa occasione, in veste di storico, ha spaziato in un'attenta e puntuale disamina di come, dal passato ad oggi, le promesse elettorali abbiano rappresentato e tuttora rappresentino uno strumento che i politici usano per accattivarsi consensi e simpatie da parte del corpo elettorale. Eppure dovremmo essere tutti avvezzi a tale tipologia di messaggio e quindi impermeabili alla pioggia di benefici e vantaggi che ci vengono, a cadenza regolare,fatti balenare o addirittura presentati come già disponibili per un miglioramento della qualità delle nostre vite.

TEATRO - Torna il "Magnifico Visbaal" , tra nostalgia e voglia di ripartire. "Fosco"- Peppe Fonzo fa il pieno di applausi

Il 19 ottobre arriva "GioVEDIAMOCi", il cabaret di Giovanni Perfetto, con i "Villa per Bene"


di Emilio Spiniello

BENEVENTO - È tornato il Magnifico Visbaal ed il suo teatro. A due anni dalla tremenda alluvione che fermò l’attività della compagnia di Peppe Fonzo, quest’ultimo riprende da dove era rimasto, in un luogo nuovo, la sede di via Fimbrio al rione Triggio. Ed è un tripudio di spettatori, oltre 70, ad applaudire l’attore beneventano nella sua produzione tanto apprezzata, “Fosco (storia de nu matto)”, accompagnato alla fisarmonica dal musicista Flavio Feleppa. È la storia dello scemo del villaggio, che fa ridere tutti. Pensa soltanto a lavorare, assieme al suo fidato asino pigrone, “u ciucciariello Peppino”.

11/10/17

L'INCONTRO - Il "GRE" per Elisabetta De Sio alla Mondadori Mooks di Napoli presenta "Ho imparato a gestire la pioggia d'estate"

Serata all’insegna  delle emozioni quella che ha visto ancora una volta protagonista la sensibile, simpatica, coinvolgente Elisabetta De Sio, docente e scrittrice, alla Mondadori Mooks, in Piazza Vanvitelli, a  Napoli. Si presentava, per il ciclo “Tra Le Mie Righe” (Teatro, Letteratura, Musica, Rime), da Nord a Sud”, secondo appuntamento della rassegna itinerante, il libro “Ho imparato a gestire la pioggia d’estate”, dell’autrice partenopea. Folto il pubblico che ha preso parte all’evento, organizzato dall’Associazione "il GRE cultura&comunicazione" di Benevento, sotto la direzione artistica della giornalista Rosa Leone, presidente della stessa associazione, che ha introdotto l’incontro. Coordinamento generale di Gabriele Collarile.  
Lo psicologo e psicoterapeuta Antonio Raia e  la prof.ssa Maria Ricca, giornalista e blogger di “Palcoscenico in Campania.it”, con  l’autrice, hanno illustrato e commentato i contenuti dell’opera della De Sio, letti, per alcuni passi significativi, dall’attore Claudio Lardo.  Il romanzo autobiografico sull'evolversi della malattia, che sconvolge la vita delle persone più care, e sulle emozioni che l’evento inatteso determina, come un’esplosione improvvisa, nell'esistenza di chi vi assiste impotente, tentando di dare un senso alla sofferenza, ha commosso e  coinvolto i presenti.

LA RECENSIONE 

di Maria Ricca

Le pagine della De Sio inducono sensazioni fra le più diverse. Su tutte fortissima la voglia di restare, di lasciarsi prendere, consapevolmente,   dall’universalità dei contenuti del romanzo, nella certezza che essi possano rappresentare un percorso di crescita emotiva molto forte, attraverso il racconto di un’esperienza che, sia pure a distanza, profondamente arricchisce. Un viaggio spirituale all’interno del sé, mediante una sorta di identificazione con la scrittrice che sceglie di lasciare le sponde note, per proiettarsi in un drammatico infinito, in una specie di  tunnel ad imbuto dal quale venir fuori vuol dire passare attraverso la nebbia della sofferenza, senza sconti.

08/10/17

L'EVENTO - "Opulentia-Festival" della cultura e del giornalismo: suggestive serate a Cervinara

di Marco D'Alessio

 Nei giorni 6 e 7 Ottobre nel comune di Cervinara si è svolta la III edizione de “Opulentia-Festival della cultura e del giornalismo”. Le due giornate hanno avuto momenti di discussione come l'incontro con l'autore Paolo Miggiano dove si è presentato il libro: “Atesta alta: una storia di resistenza alla camorra”, un dibattito con la giornalista Cristina Zagaria dove si è discusso del testo “Malanova” da cui è stato tratto una rappresentazione teatrale messa in scena nello stesso festival, nonché la presentazione di un nuovo prodotto editoriale “L'AltraFaccia” e la premiazione di diverse personalità caudine che si sono contraddistinte in diversi ambiti. A conclusione di ogni serata c'è stata una rappresentazione teatrale.

LA RASSEGNA – La rinascita del “Magnifico Visbaal”, in centro storico, fra teatro d’autore, danza, yoga e cabaret


Peppe Fonzo presenta alla stampa nuova sede e programma della rassegna, al via il  14 ottobre .

In scena anche Roberto Azzurro, applaudito con affetto dal pubblico in sala


di Maria Ricca

BENEVENTO - Dov’eravamo rimasti?
Riparte dalle proprie ceneri ideali, come un’araba fenice mai doma, il “Magnifico Visbaal”, dell’attore e regista Peppe Fonzo. E riparte dal cuore della città, da quel centro storico di Benevento, che ha un cuore antico e moderno insieme, nel quale riescono perfettamente a convivere tecnologia, wi-fi e botteghe artigiane, case diroccate ed ambienti splendidamente rinnovati, che strizzano l’occhio al passato, ma anche alle nuove tendenze in materia di arredo. 
E’ lontano, ma nemmeno troppo, quel maledetto 15 ottobre 2015,  giorno in cui si allagò, con l’alluvione,  la prima sede del “Magnifico”,  in zona Ponticelli, distruggendo arredi ed attrezzature,  e costringendo  la Compagnia a ripensare completamente al proprio percorso artistico. A ricominciare daccapo, dalle proprie uniche certezze: la voglia di non disperdere quanto fatto fino ad allora, nella  consapevolezza del proprio talento, e la necessità di rimettere in circolazione quelle energie creative che non accettavano di morire incolpevolmente, senza un perché. 
Sono stati ventiquattro mesi difficili, in cui Peppe Fonzo non ha mai smesso di sperare, ma soprattutto di darsi da fare, continuando a scrivere per il teatro e ad andare in scena, in città e fuori, in palcoscenici altri rispetto a quello cittadino, eppure in eventi prestigiosi e produttivi

29/09/17

LIBRI - "Tra le mie Righe" da Nord a Sud: il ciclo di incontri riparte dalla Mondadori di Napoli, con Elisabetta De Sio

di Gabriele Collarile
Tutti gli incontri sono ad ingresso libero.
Tra Le Mie Righe da Nord a Sud è ideata, organizzata e diretta da me, con il coordinamento generale del dott. Gabriele Collarile, nonché vice presidente dell’Associazione ilGRE cultura&comunicazione di Benevento, che la promuove su tutto il territorio nazionale. La sua comunicazione è curata dall’Ufficio Stampa ilGRE.
Prossimo appuntamento è per Venerdì 6 Ottobre 2017, alle ore 18:00, a Napoli, presso la Mondadori Mooks, in Piazza Vanvitelli 10/A, al Vomero, per presentare il nuovo romanzo della scrittrice partenopea Elisabetta De Sio. “Ho imparato a gestire la pioggia d’estate” è il titolo di quest’opera letteraria, edita da Europa Edizioni, che sta riscuotendo grande successo già dalla sua prima presentazione al pubblico, in occasione del primo incontro della Rassegna Tra Le Mie Righe da Nord a Sud, tenutosi il 24 giugno nel caratteristico Spazio Culturale Il Bibliofilo di San Giorgio del Sannio, in provincia di Benevento.
Dunque, Venerdì 6 Ottobre p.v. saremo nella bellissima “Città del Sole”, Napoli, in una delle zone più eleganti del capoluogo: il Vomero, e in una delle più prestigiose location letterarie: la Mondadori Mooks.
Vi aspetto numerosissimi. Non mancate.
….e… terzo appuntamento, Venerdì 20 Ottobre 2017, nella capitale d’Italia ROMA, di cui non vi anticipo altro….
6 OTTOBRE - Riparte la Rassegna “Tra Le Mie Righe” (Teatro, Letteratura, Musica, Rime), da Nord a Sud, un ciclo di incontri culturali incentrati sulla scrittura creativa, giornalistica e digitale, legata ai temi della letteratura, del cinema, del teatro e della musica. Ogni appuntamento è contraddistinto dalla presentazione di un autore con la sua opera, dalla partecipazione di ospiti illustri e personaggi noti, e da momenti di condivisione di esperienze anche con il pubblico. Non mancano le Performance Art attinenti a queste forme di espressioni. Tra Le Mie Righe da Nord a Sud è ideata, organizzata e diretta dalla giornalista Rosa Leone, e presidente dell’Associazione ilGRE cultura&comunicazione di Benevento che la promuove su tutto il territorio nazionale, con il coordinamento generale di Gabriele Collarile, vice presidente dell’associazione. La comunicazione dell’evento è curata dall’Ufficio Stampa ilGRE.

24/09/17

MUSICA - Mario Romano quintet: omaggio a Padre Pio, nel segno del jazz

di Emilio Spiniello

Il freddo settembrino non ha fermato il pubblico di Pietrelcina per la serata jazz dedicata a Padre Pio. In piazza SS Annunziata il concerto evento del Mario Romano Quintet, il noto musicista jazz italo canadese accompagnato dalla sua valorosa squadra. Il pianista ha incantato con i propri successi ed arrangiamenti con il suo sound che davvero unisce i popoli. Ad introdurre la serata il padrone di casa, Enzo Palumbo, da anni organizzatore dell'evento "Una voce per Padre Pio". Presenza eccezionale quella dell'attrice Lina Sastri, la quale ha spiegato in poche battute cosa è e cosa rappresenta il genere jazz.

17/09/17

L'EVENTO - "Dalla Tecnica all'Arte", convegno sul canto, fra potenzialità e scienza promosso dal M° Maura Minicozzi

di Maria Ricca

BENEVENTO - “Insegnare canto vuol dire rendersi conto che esiste un approccio scientifico all’educazione della voce, per evitare problemi, c he non si riflettono solo nell’esecuzione canora, ma che si riversano poi anche nel parlato.” Così Maura Minicozzi, maestro, docente e direttrice della “Music & Song Academy” illustra il senso delle riflessioni, svoltesi nell’ambito del primo convegno promosso in città, all’Hotel Villa Traiano, sul Canto, “Dalla Tecnica all’Arte”.
Relatori qualificati, quali il  Foniatra Ugo Cesari, il Maestro Enzo Campagnoli, il Presidente di Area Sanremo Maurizio Caridi, , il Dottore Emanuele D'Onofrio, su moderazione della giornalista Barbara Ciarcia, e della stessa direttrice Minicozzi,  si sono confrontati sulla necessità di integrare le competenze scientifiche e quelle artistiche, per unire le conoscenze della fisiologia medica e della didattica del canto.

16/09/17

MUSICA - "Maxima Orchestra in show", omaggio ai classici e agli artisti del pop

di Emilio Spiniello

BENEVENTO - La musica in scena al Teatro Romano di Benevento. La “MaximaOrchestra in show”, con la sua musica pop ed internazionale, ha intrattenuto il pubblico beneventano. Uno spettacolo voluto e promosso dall’associazione “Club delle Idee L.U.D.I.” con il patrocinio del Comune di Benevento. Il M° Bruno Tassone ha diretto gli orchestrali in questo viaggio attraverso le note più amate.
Un omaggio sentito a grandi artisti, come: Sting, Burth Bacharach, Jamiroquai, Lucio Dalla, Eric Clapton, Pino Daniele, Lucio Battisti, Queen, James Brown, Antonio Vivaldi, Riccardo Cocciante, Steve Wonder e tanti altri grandi. L'ensemble, formato da oltre trenta musicisti, ha saputo concretizzare un mix suggestivo in cui l'arte dei suoni si è fusa con le melodie vocali dei cantanti, in un teatro dall’acustica straordinaria. Un programma strutturato in un modo preciso, con un programma per tutti e con l’obiettivo vincente di coinvolgere il pubblico presente. Due Special Guest hanno arricchito la serata: il cantante Mario Rosini e la lead vocalist Badrya Razem. Il presidente dell’orchestra, il dott.Paolo Tittozzi, si è detto entusiasta della scenografia naturale della esibizione.

06/09/17

CITTA' SPETTACOLO 2017 - Conferenza di chiusura, emerge la soddisfazione. Giordano riconfermato direttore artistico


di Emilio Spiniello

Nel Teatro San Vittorino del capoluogo, si è svolta la conferenza stampa di chiusura delle rassegne “Benevento Città Spettacolo” e “A Sud di nessun Nord”, tenutesi a Benevento dal 25 al 31 agosto. Oltre al direttore artistico della manifestazione, Renato Giordano, hanno partecipato il sindaco Clemente Mastella, l’assessore alla Cultura, Oberdan Picucci e l’assessore alle Attività Produttive, Luigi Ambrosone. Si è fatto un po’ il punto sulle manifestazioni, che, com’era facilmente prevedibile, hanno riempito le piazze cittadine con spettacoli, musica e concerti. Secondo l’assessore Picucci “gli eventi differenziati con offerta plurima hanno ottenuto un riscontro positivo da parte del pubblico. Un risultato anche superiore allo scorso anno che premia un format vincente”.
C’è stata un’attenzione anche a livello nazionale ed in città si è tornato a parlare di Città Spettacolo. Squadra vincente non si cambia”, ha proseguito l’esponente della Giunta di Palazzo Mosti.
Per Mastella “la cultura è soltanto popolare, essendo io gramsciano. Abbiamo realizzato, grazie alle preziose collaborazioni, un evento che non ha eguali nel Sud Italia. Sono orgoglioso sul piano dei numeri e dei contenuti”. Il primo cittadino ha inoltre rivelato che nel corso della tanto discussa “Cena in bianco” era presente anche il sottosegretario del Ministero per i Beni e le attività culturali e il turismo, Antimo Cesaro. Successivamente ha dato qualche dato sui compensi degli artisti più noti, come Di Capri ed Arbore. In ultimo ha risposto alle numerose critiche pervenute, a mezzo stampa e social, anche sul lato amministrativo della sua gestione politica.

01/09/17

BN CITTA' SPETTACOLO 2017, in chiusura - "Cena in bianco" partecipatissima: fra dibattiti e polemiche, vince la voglia di "esserci"




di Maria Ricca

Che sia stata curiosità o la semplice voglia di ritrovarsi intorno ad un insolito “desco”, in una splendida serata di fine estate,  per dire “c’ero anch’io”, con tanto di “selfie” ad uso “social”, è innegabile sottolineare che di grande successo popolare si sia trattato. “Città Spettacolo” - “A Sud di nessun Nord”, chiusa ieri dall’ affollatissima “unconventional white dinner”, ha animato sei serate più una, incontrando l’attenzione della città, nel bene e nel male, ma intercettando, questo è certo,  la voglia di divertirsi di fine estate, comune a tutti.
Al di là degli artisti coinvolti, della bontà delle proposte, alcune peraltro davvero interessanti, si pensi, ad esempio, a  “Lampedusa”, con Sergio Troiano, ad “Esperanto” di Michele Cosentini, all'evento dedicato a Pertini, passando per la “Callas” di Debora Caprioglio e per il concerto di Fabrizio Moro, fino ai dibattiti con Monsignor Paglia, il giudice Melita Cavallo, e lo scrittore Maurizio De Giovanni, e agli interventi degli artisti del territorio, Donatella Loffredo, Maura Minicozzi, il Laboratorio Ademas, Saveria Cotroneo, che hanno data squisita prova di sé, su tutto ha vinto la partecipazione, la voglia di esserci comunque,  a cui, consapevolmente, diciamolo, nessuno ha voluto sottrarsi.

31/08/17

BN CITTA' SPETTACOLO - Arbore, ironico affabulatore, coinvolge ed emoziona. Della Valle sponsorizza l'illuminazione artistica dell'Obelisco


di Emilio Spiniello

Un pubblico incantato ed attento per ascoltare le note di Renzo Arbore e l'Orchestra italiana, nell’ambito di Città Spettacolo 2017.

Il noto cantautore, conduttore radiofonico, attore, regista, sceneggiatore, clarinettista e primo disc jockey italiano ha intrattenuto il pubblico beneventano con un grande show, lungo quasi 3 ore.

Oramai 80enne, Arbore mantiene viva una carica energica notevole, unita ad una eleganza indiscussa.
Un gran ruolo l’hanno avuto i componenti della sua orchestra italiana, insieme da 27 anni, in tour in tutto il mondo.
È riuscito a condurre una indimenticabile serata in piazza Castello, alternando storielle e battute.
Eseguiti i pezzi più apprezzati, soprattutto dal pubblico “over”: Reginella di Libero Bovio, Maruzzella , ‘O Sarracino, con omaggi a Totò, Carosone e Modugno. E ancora: Come facette mammeta, Catarì e Oi vita, Ma la notte no, Aummo…aummo, Smorza e lights, e tante altre.

29/08/17

BN CITTA' SPETTACOLO 2017 - Covatta e la "sua" Africa, Peppino Di Capri "evergreen" in Piazza Roma

Giobbe Covatta a S. Vittorino
di Emilio Spiniello

La grande comicità di Giobbe Covatta è approdata al teatro San Vittorino di Benevento. Un evento organizzato e voluto dalla Treccani, a cui hanno partecipato per un saluto iniziale il sindaco Clemente Mastella, il referente della nota enciclopedia di scienze e l’assessore comunale alla Cultura, Oberdan Picucci. In scena il noto comico, attore, scrittore napoletano con la sua lavagna ed il gessetto per illustrare la sua idea di “Divina commediola”, scritta da un certo Ciro Alighieri, partenopeo. Una storia utile per raccontare i diritti dell’infanzia, spesso negati in uno dei continenti molto caro a Covatta per la sua attività di volontariato come
Peppino Di Capri in Piazza Roma
ambasciatore di AMREF: l’Africa. Le condizioni di vita in quei villaggi poveri, gli incontri con le tribù primitive, le strane usanze, anche quelle alimentari, i dialetti locali, la sanità o il sistema scolastico, la pericolosa fauna. Con la sua ironia graffiante mette a nudo il suo impegno sociale nelle aree più disperate e sperdute del continente nero.
Covatta ci conduce e ci fa immergere nelle contraddizioni odierne, tra le differenze di umanità e riflessioni su tematiche serissime, strappando applausi e risate incontenibili. Ricorda ancora la gioia del capo villaggio quando gli annunciò la volontà di voler girare una pellicola, anche se l’uomo non sapeva cosa fosse un film. C’è una parte del mondo che pur di
Incontro con il magistrato Melita Cavallo
non guardare cosa è oggi l’Africa, si volta dall’altra parte, per questo Covatta con il suo stile ci sprona a fare di più, a non dimenticare la dura realtà di chi vive all’Equatore.
Si sono succeduti altri appuntamenti nel corso della penultima giornata del festival “Benevento Città Spettacolo” e “A Sud di nessun Nord”. Apprezzata la performance dell’attore Sebastiano Somma, su Lucio Dalla e Lucio Battisti.
A seguire boom per il concerto di Peppino Di Capri, in piazza Roma, il quale ha proposto i suoi più grandi successi racchiusi in 50 anni di carriera.

28/08/17

BN CITTA' SPETTACOLO 2017 - La scommessa della vita ed il fascino delle tammorre con Peppe Barra. In piazza Vari tributo agli Squallor

Peppe Barra 
di Emilio Spiniello

Un cast tutto al femminile per lo spettacolo “Tre sull'altalena”, in scena all’Hortus Conclusus per “Benevento Città Spettacolo”, 38esima edizione. La pièce ha visto come attori Stefania Benincaso, Arianna Gaudio, Stefania Aluzzi e Nicola Ciccariello, per la regia Roberto Negri. Dal titolo si trae quel senso di precarietà che abbiamo salendo sull’altalena.
Una sergente, una professoressa ed una imprenditrice si ritrovano in una grande stanza di un appartamento per ragioni diverse ed in indirizzi viari diversi che però portano e convergono in quel luogo. Avranno a che fare con strane coincidenze ed equivoci. Nel corso di questa
"Tre sull'Altalena"
permanenza si conosceranno meglio, anche perché una esercitazione antinquinamento le costringerà a restare insieme per una intera nottata. Ognuna delle tre ha una propria storia, le proprie manie e paure che vengono fuori durante la “socializzazione”. Si intrattengono con barzellette ed alte citazioni ( Vico, Schopenhauer, Cartesio, Voltaire, Shakespeare), nel mentre sale le tensione nell’interrogarsi sui grandi temi della vita.
Si verificheranno strani “fenomeni” definiti paranormali, che renderanno sempre più fitto il mistero da risolvere. Da un “magico” frigobar compaiono tutti i prodotti desiderati, quasi come se la realtà rispecchiasse le volontà. Ad un certo punto credono addirittura di essere morte e vedono Dio o l’Angelo del Giudizio impersonificato nel signore delle pulizie, il quale, entrando nella stanza, inizia a dire cose
"Opera Squallid Orchestra"
molto ambigue. Si sentono messe alle strette, in attesa del giudizio dell’Altissimo e quindi ognuna svela i propri peccatucci, reagendo in modo diverso.
Crederanno di trovarsi in una sorta di limbo, dove non mancheranno le sorprese. Il testo si rifa all’opera teatrale “Tre sull’altalena” di Luigi Lunari. Tra gli appuntamenti seguiti dal pubblico, c’era in piazza Torre la presentazione del libro- autobiografia di Mariano Bruno di Made in Sud “Chi è Pigroman campa cent'anni”. A notte fonda in piazza Castello la musica popolare dei tammorrari campani: ‘O Lion, Carlo Faiello, Mimmo Maglionico ed il grande Peppe Barra. Per gli amanti della musica dissacrante un tuffo nel passato in piazza Vari con la “Opera Squallid Orchestra”, la tribute band dei mitici “Squallor”, primo gruppo rock demenziale d'Italia. Per la serata del 28 agosto spazio a Giobbe Covatta, Sebastiano Somma, Debora Caprioglio e Peppino Di Capri.

27/08/17

BN Cittá Spettacolo - Teatro di conflitti di coppia all'Hortus e appassionati in piazza per Fabrizio Moro

Fabrizio Moro
di Emilio Spiniello

Seconda giornata per le kermesse “Benevento Città Spettacolo” e “A Sud di nessun Nord”.
All’Hortus Conclusus, non pienissimo, è andato in scena lo spettacolo teatrale “ Un giorno all’improvviso – un amore contemporaneo”, scritto e diretto da Eduardo Cocciardo, con Eduardo Cocciardo e Francesca Stizzo.
L’amore ai giorni nostri, immersi nel mondo dei social network.
Entriamo nell’intimità di coppia, Sara e Luca che si rivedono dopo 16 anni, inevitabilmente cambiati. Nessuno dei due è riuscito a superare quell’idea deviata dell’altro, causa di freni relazionali non indifferenti. 
In scena li vediamo ingabbiati in un luogo indefinito e tentano di chiarirsi in un confronto serrato.
Al centro le problematiche di una storia tra ex sicuramente travagliata, ostacoli che appaiono insormontabili ed irrisolvibili.
Con diversi e ricorrenti riferimenti classici, come il ricorso a  coppie famose della storia, si tenta il tutto per tutto mettendo in mostra le proprie paure.
Emerge il lato più friabile di un amore traballante.
Parole dure come pietre nell’accusare l’altro,  magari delle proprie fragilità.
Si susseguono sensazioni opposte e diverse con l’obiettivo di far emergere il lato vero del rapporto.
Uno scontro uomo-donna, una contrapposizione che va a concludersi nel momento in cui prevale l’amore.

"Un giorno all'improvviso"
Sullo sfondo, la scenografia che si caratterizza con diversi binari, ognuno dei quali mostra una verità apparente e momentanea.
La serata è proseguita con il concerto del cantautore Fabrizio Moro, che ha entusiasmato la folla di piazza Castello.
Il cantante del momento ha proposto alcuni dei suoi brani più noti, tra cui: Pensa, Tutto quello che volevi, Libero, Alessandra sarà sempre più bella, Portami via, Eppure mi hai cambiato la vita.
In piazza Vari le bellezze nostrane di Miss Mondo Italia, con Antonio Esposito e Barbara Chiappini.
Miss Mondo Italia
In piazza Roma il “Romeo e Giulietta” curato da Renato Giordano e la coreografa Saveria Cotroneo, con musiche del Conservatorio “Nicola Sala” di Benevento.
Per stasera, 27 agosto, si attendono i Tammorrari campani, capitanati da Peppe Barra in piazza Castello.